Blog dedicato al mondo Canon e alla pubblicazione di mie foto

Articoli con tag “Apple

Filterstorm Pro, ottimo sostituto di Photoshop per Ipad

Abbiamo avuto modo di provare un’applicazione presente da tempo sull’Apple Store per il foto ritocco avanzato, Filterstorm Pro di Tai Shimizu. Ne avevamo sentito parlare molto bene, e provandola non siamo stati delusi: l’applicazione si candida veramente per essere una valida alternativa sull’iPad di Adobe Photoshop , in attesa di vedere come si comporta la versione portatile che dovrebbe uscire a breve.

Le possibilità di modifica sono veramente tante e comunque ci sono tutte quelle fondamentali per un fotografo; si va dal ridimensionamento delle foto, il ritaglio, alle curve sino ad un gran numero di filtri. Ma soprattutto vi è la possibilità di utilizzare maschere e livelli anche in modo selettivo, per poter effettuare modifiche tramite il pennello solo in particolari zone della foto. Inoltre ci sono tutta una serie di caratteristiche essenziali per il fotografo che viaggia, con la modifica dei metadata, modifica in batch e le “automazioni” – azioni simili a quelle di photoshop – che si possono creare o in alternativa scaricare quelle condivise dagli altri utenti sul sito; c’è persino la possibilità di aggiungere un watermark partendo da un file salvato nell’ipad; infine ampie le possibilità di esportazione tra le quali anche quella di salvare le immagini modificate non solo sull’ipad ma anche su Dropbox e un server ftp.

Chiaramente un simile programma merita un dettagliato tutorial e manuale utente, veramente ben fatto ed esaustivo.

Qui di seguito elenchiamo le principali caratteristiche:

•  Capacità di regolare l’intera immagine utilizzando i pannelli o lo spazio colore
•  Curve (Luminanza, RGB, rosso, verde, blu, ciano, giallo, magenta)
•  Luminosità
•  Contrasto
•  Bilanciamento del colore
•  Selezione del punto di bianco
•  Saturazione
•  Strumento di inserimento testo
•  Regolazione dettagliata del bianco e del nero
•  Riduzione dell’effetto occhi rossi
•  Visualizzazione Storico delle ultime 30 mosse
•  Ritaglio con la possibilità di specificare le proporzioni
•  Scala
•  Adattamento
•  Rotazione e raddrizzatura di immagine
•  Vignettatura
•  Maschera di contrasto
•  Mappa Toni (simulazione HDR)
•  Sfocatura
•  Riduzione del rumore
•  Strumento Clone
•  Multi – esposizione
•  Strumento di margine
•  info EXIF
•  Possibilità di esportare immagini sino a 22 MP per iPad 2 e 7,5 MP per iPad 1
•  Trasferimento immagini via email, Flickr e Dropbox

Inoltre lo sviluppatore ci ha informato che a breve sarà pubblicato un aggiornamento su apple store con le seguenti caratteristiche:
• Aggiunto lo strumento Livelli Aggiunti
• Aggiunto strumento Maschera Inversa
• Esportazione Facebook e Twitter
• Aggiornamento dell’interfaccia
• la libreria iPad può essere nascosta
• Aggiunta la possibilità di settare la porta FTP;
• Vari bug fixes

C’è anche la possibilità di modificare i RAW come tutti i programmi che si basano sull’Apple iOs Raw engine: non lavora sul file jpg a bassa risoluzione incorporato nel raw, ma lo converte in un bitmap non compresso per le macchine fotografiche più recenti.

Nella versione localizzata in italiano sono presenti lievi errori di battitura.

In definitiva, è un ottimo programma che ci sentiamo di consigliare anche se il prezzo non è dei più economici, 11.99€; è presente anche una versione universale senza le funzioni batch al costo di 2,99€.

Cosa ci è piaciuto:
grande possibilità di ritocco;
modifica metadata anche in batch;
possibilità di inserire watermark;
tutorial esaustivo
interfaccia moderna

Cosa si potrebbe migliorare:
ulteriori possibilità di esportazione – previste però nella prossima versione;
miglioramento della modalità di importazione;

Voto: 8,5/10

Annunci

Collaborazione tra Apple e Lytro


Dalla morte di Steve Jobs, ormai ogni singolo spunto che trapela da libri, ricordi o biografie, ogni sua possibile idea per un nuovo prodotto o tecnologia diventa oggetto di notizie. Non fa eccezione l’informazione ricevuta dell’incontro tra Steve e l’amministratore delegato di Lytro avvenuta poco tempo prima della sua morte, secondo quanto scritto in un nuovo libro sulla Apple, “Inside Apple” di Adam Lashinsky, e come anche riportato da 9-to5-Mac e Dpreview.

Secondo quanto si apprende, il fondatore di Lytro, Ren Ng, è stato chiamato da Steve Jobs per un incontro, con la richiesta di sapere di più sulla loro tecnologia e di preparare una lista di tre cose che la Lytro potrebbe fare con Apple.
Anche se non confermata ufficialmente da entrambe le aziende, la storia è interessante per comprendere come l’approccio di Apple alla fotografia mobile può sovrapporsi alla volontà di Lytro di creare qualcosa di divertente, condivisibile e sfidante.

Come si evince dal sito della compagnia, la tecnologia di Lytro è unica e afferma di reinventare una cosa semplice come la fotografia. Se il sensore dell’iPhone 4S ha permesso di staccarsi nettamente da quello della generazione di iPhone precedente, anche in termini di sensibilità alle basse luci e di velocità nello scatto, con la tecnologia Lytro, a quanto si apprende, la fotografia diventerebbe istantanea: il suo sensore può “prendere tutta la luce che viaggia in ogni direzione e in ogni punto”.


Un’altra caratteristica interessante è quella di essere slegata dalla necessità di mettere a fuoco: l’utente potrebbe scattare una foto immediatamente e poi, tramite un ipotetico software interno all’iPhone, scegliere il punto di messa a fuoco successivamente. Vedremo se alcune di queste tecnologie verranno integrate in un iPhone di prossima generazione.

Fonte | 9-to-5Mac

Fonte | Dpreview